Orco Cicli Sas, CF e PI 06880860967, via Pastrengo 7, 20159 Milano, Italia tel +39 3396151284 info@orcocicli.com
Trovate altre informazioni, modelli, foto, notizie sul nostro sito orcocicli e su facebook

mercoledì 3 settembre 2014

Maledetti Dei!

Tra le nostre fatiche agostane c'è anche capitata una Dei Imperiale del 1950 un po' malconcia e con la forcella piegata, no con la forcella incrinata e, a un più attento esame anche già nel tempo risaldata e con il tubo forcella storto. Impossibile quindi recuperarla e ci è toccato giocoforza sostituirla con una più moderna forcella da bacchetta a bilancino. Tutto facile, allora? Neanche per sogno. Il filetto della serie terzo Dei non è quello "normale" (25.4 F24), il parafango non è sostenuto da una "L" ma da una molla conica che si infila nel tubo forcella ecc, ecc. Insomma, adattare una forcella corrente a una Dei è stata una bella avventura. Salvo che poi, nel rimontare il manubrio ci si è rotto in mano il pezzo che potete vedere qui sotto.


Difficile indovinare cosa sia, per cui ve lo spieghiamo noi. Mentre tutte o quasi le bacchette di questo mondo hanno un pistone che esce dal manubrio e, caricato da una molla, comanda l'archetto del freno anteriore, la Dei no, non ce l'ha. Ha questo coso fatto di ferro e di ottone a cui si aggancia l'asta dell'archetto (la Dei ha pure il comando del freno posteriore a destra anziché a sinistra per cui anche pensando di rinunciare alla frenata integrale non è possibile sostituirne il manubrio con uno normale). Che fare allora? Il coso era certo ammalorato per la la botta o le botte prese dalla bici, ma si è rotto nelle nostre mani. Saldarlo? mica facile o quasi impossibile! Comprare a nostre spese un manubrio nuovo? Assai difficile trovarlo e poi bisogna pagarlo più di quanto abbiamo preventivato l'intera riparazione (il coso sì è rotto in mano nostra, che dici alla cliente: scusi sa, ma la sua bicicletta era marcia e quindi ci deve il doppio?). Trovare il ricambio? Sì, come se si trovassero facilmente ricambi per una bici che ormai ha più di sessanta anni... senza considerare che poi una volta trovato il ricambio ci sarebbe da smontare e rimontare il manubrio, sfilando le leve dei freni, le camme degli stessi, le molle, le guide e i collari della fottutissima frenata integrale Dei e rimontando poi il tutto. Ma gli Orchi sono testardi, sono riusciti a smontare il manubrio e, soprattutto, hanno un amico. Un amico speciale che si chiama Ugo, vive a Reggio Emilia e... non risponde al telefono. Per parlargli bisogna scrivergli una mail e, se lui ha voglia, ti richiama. Ugo, oltre ad essere un bravissimo restauratore, ha anche acquistato tanti anni i fondi di magazzino della Dei ormai di proprietà Atala. Tanti ricambi che non sarebbero più serviti per le nuove Dei made in China, ma che sono preziosissimi per chi vuole salvare quelle vecchie. E Ugo non solo ci ha richiamato subito, ma ci ha anche spedito il pezzo che ci serviva (vedi qui sotto) e pure gratis. La nostra riconoscenza sarà eterna e l'Orco Piccolo, che gli aveva anni or sono vinto una cena ha persino deciso di non esigerla più. Non possiamo, evidentemente e a meno che non ci autorizzi, darvi l'indirizzo di Ugo (che tanto non vi risponderebbe), ma possiamo esprimergli pubblicamente i nostri ringraziamenti (e consegnare la Dei rinata alla sua legittima proprietaria, chissà se riuscirà ad apprezzare i nostri sforzi?).


2 commenti:

  1. Ciao,
    sì, maledetti Dei...
    anche io sto cercando un piccolo pezzo della freneria Dei.
    Quel piccolo maledetto pezzo, meravigliosamente sinuoso, che esce dal manubrio per comandare le bacchette del freno posteriore... che in anni e anni di frenate (bici Dei Oro donna del '39) si è ritrovato con la parte inferiore del foro dove passa la vite, praticamente fine come un foglio di carta.
    Mica avrete la possibilità di dirmi come reperirlo? riconosco che è quasi impossibile ma... tentare...
    Ciao e grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se leggi bene il post, scopri dove cercarlo ( labottegadellabici)

      Elimina