Orco Cicli Sas, CF e PI 06880860967, via Pastrengo 7, 20159 Milano, Italia tel +39 3396151284 info@orcocicli.com
Trovate altre informazioni, modelli, foto, notizie sul nostro sito orcocicli e su facebook

venerdì 24 febbraio 2012

Tutto, abbiamo sbagliato tutto!

Ci hanno scritto:
Vuoi diventare rivenditore biciclette Peugeot?
Così famoso nel mondo delle automobili, Peugeot non è un marchio inedito nel mondo del ciclismo. Tutt’altro. I più ricorderanno Richard Virenque battagliare con Marco Pantani ai tempi della Festina nella metà degli anni ’90 proprio in sella ad una Peugeot. Ma la fabbrica nacque nel 1810, quando un vecchio mulino venne adibito ad acciaieria. All’anno di grazia 1881 risale il primo velocipede prodotto. Solo dopo arrivarono i motori a scoppio e le auto. Importate in Italia dalla Fiv Bianchi, nel catalogo ci sono bici di ogni tipo: dalle Specialissime e Mtb da competizione, sino alle single speed da città.
Dal 2012 Bianchi sarà distributore ufficiale della Peugeot Cycles in Italia, nell’ambito nel più ampio accordo di distribuzione su scala mondiale recentemente stabilito tra la stessa Peugeot e la holding svedese Cycleurope, di cui fa parte F.I.V. E.Bianchi Spa...

Gli abbiamo risposto che sì, ci poteva interessare, soprattutto perché nel loro catalogo 2012 abbiamo trovato tre biciclette interessanti e ci sarebbe piaciuto poter offrire ai nostri clienti delle belle bici, fate in serie ma bene (l'Orco che scrive ha avuto una Peugeot tanti anni or sono, una sport con il telaio nero opaco ma si è trovato bene, anzi molto bene, anche perché l'aveva acquistata su Secondamano, quello di carta, il web non c'era ancora, la classica bici da cantina che in realtà può dare e dà ancora tante soddisfazioni). Insomma, abbiamo pensato che, tutto sommato, Peugeot e Orco Cicli sarebbero potuti stare bene insieme: a loro le bici pronte, buone ma a prezzo contenuto, a noi il su misura...
A noi sembrava ragionevole, fare un bici a mano su misura costa senza dubbio di più che averla pronta in 3-4 misure, con un solo colore, sella, guarnitura, cambio e manubrio. Tutto facile, quindi diventiamo da domani rivenditori Peugeot, ci scontano anche il 45% sul prezzo di vendita. Sicuri? No, il prezzo di acquisto (quello che pagheremmo noi) é senza Iva, quello consigliato di vendita  è compresivo di Iva, il 45% diventa 25 % per cento, poco più o poco meno.  Ma insomma, vendiamo, paghiamo poi e ci guadagniamo anche, che problema ancora potrebbe esserci? Il prezzo? Ma per favore!  La Legend Corsa, fatta come le altre con tubi non dichiarati e con componenti di media gamma, ha un prezzo di vendita, Iva compresa si intende, di solo 3.299€, la Pista (sob!) 2.799€ e la  Lady 2.999.  A parte le considerazioni, ovvie, sul ... 99, ci sembra davvero di aver sbagliato tutto. Dobbiamo spiegarvi perché non diventeremo rivenditori Peugeot? Speriamo non sia necessario, ma ve lo diciamo lo stesso anche per tarpare le ali ai troll che si stanno facendo vivi persino qui. Le nostre biciclette, fatte con amore (e l'amore è gratis), disegnate solo su misura (e anche questo è gratis o comunque compreso nel prezzo) con componenti e finiture scelti assieme a chi dovrà pedalarle (gratis anche la consulenza), alla fine costano meno, anche quasi la metà delle Peugeot fatte in serie.
Insomma, abbiamo sbagliato tutto: abbiamo fatto sino ad oggi belle bici su misura e le abbiamo vendute a meno della metà del prezzo di bici medie, per non dire mediocri, fatte in serie. Da marzo le Orco "legend" Cicli costeranno il quadruplo... affrettatevi... ( e pensare che noi stiamo per costruire una Orco low cost), abbiamo davvero sbagliato tutto?


Sopra, la Spicciola Orco Cicli, fatta su misura, anche fissa, costa circa 1.800€; 
sotto, la Peugeot  Fixie Y2U601 LF-01 Legend pista, venduta a 2.799€ 

Sopra, la Rondine Orco Cicli, circa 1.800 €; sotto, la Lady Peugeot, 2.999€ in Italia 
(ma "solo"2.499 € in Francia, mistero)!




7 commenti:

  1. Simpatici ladruncoli questi della Peugeot.
    Continuate così!

    RispondiElimina
  2. Io ero davvero convinto che le vostre biciclette costassero di più. Certo non sono economiche ma non devono e non possono essere economiche delle biciclette fatte a mano, oltretutto a me il low cost che fa spesso comunella con il low quality interessa pochissimo. Ci faccio un pensierino e mi sa che una piccola follia quest'anno voglio proprio farla (ho il problema del low pay).
    Simone

    RispondiElimina
  3. Siete grandi! Un prdotto artigianale al giusto prezzo! E' fantastico. E' proprio vero che non bisogna fidersi delle apparenze e chiedere sempre: siamo vittima di troppa diffidenza ( e di troppe fregature ricevuti da pseudo artigiani che oggi piangono perchè -dicono- non hanno più lavoro. O non hanno più voglia di lavorare?

    RispondiElimina
  4. Vi ho conosciuti quando stavate chiudendo: devo essere punito per questo? Ho visto la vostra Spicciola, mi sono entusiasmato, ho frainteso (inconsciamente forse?) il vostro segnale di chiusura e poi mi sono reso conto, nel blog, che così come l'ho trovata così l'ho persa e sono sicuro che non riuscirò ad innamorarmi di nuovo. Un inconsolabile ammiratore di voi Orchi. Umberto Pianini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io ci sono ancora e anche le mie bici

      Elimina
  5. Peccato che chiudete, io stavo quasi ordinando una bici da voi, poi ho scelto di farmi fare un telaio da Forgione, comunque siete dei grandi !,

    RispondiElimina
  6. Peccato che chiudete, io stavo quasi ordinando una bici da voi, poi ho scelto di farmi fare un telaio da Forgione, comunque siete dei grandi !,

    RispondiElimina